sito web Istituto Professionale Servizi per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale 'G. Fortunato' - Potenza - Via Torraca n. 13 - 85100 Potenza  - www.ipaafortunatopz.gov.it
foto scorrevoli
  in connessione: 1
  totale visitatori: 1307215

Sono aperte le iscrizioni al corso serale, per info tel. 0971 411749 o pzra010001@istruzione.it     -

domenica  
8 dicembre 2019  
 

 HOME

 
 

 INFO GENERALI
Presentazione
La storia
Il Dirigente Scolastico
Il corpo docente
Il personale ATA
Giornale d'istituto
VideoGiornale
Contatti e recapiti

 
 

  PTOF, Regolam d'Istituto, RAV e PdM
Regolamento d'Istituto
PAI
Organo di Garanzia
RAV - Rapp. di Autovalut.
PTOF 2017 2018
Monitoraggio PDM giugno 2018

 
 

 C.T.S.

Comitato Tecnico Scientifico

 
 

 Erasmus+


 
 

 Alternanza Scuola-Lavoro


 
 

 A scuola di Opencoesione

icona

Il progetto
Galleria fotografica
Video

 
 

 AREA DIRIGENTE

 
 

 AREA DOCENTI

 
 

 AREA EDUCATORI

 
 

 AREA ATA

 
 

 AREA STUDENTI

 
 

 AREA GENITORI

 
 

 PON 2014-2020

Potenziamento percosi alternanza scuola-lavoro
INCLUSIONE E LOTTA AL DISAGIO
Laboratori Didattici Professionalizzanti
Orientamento formativo e ri-orientamento
Reti LAN - WLAN
Ambienti digitali

 
 

 FIxO

Curriculum allievi
Opportunità formative

 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





Momenti Europe Code Week all'IPSASR organizzati dall' AD Frammartino



pubblicato da
SABINA Maria Rosaria
(AD01 - SOSTEGNO area scientifica) 
23/10/2016 13:11:06

L’IPSASR e Europe Code Week : il seminario per i docenti e l’ora del codice per gli alunni

Nella quarta edizione della settimana dedicata al CODING diverse sono state le iniziative promosse nella scuole della Provincia di Potenza e della Basilicata, dove sono presenti circa il 50% delle Scuole 2.0 d’Italia e tante Classi 2.0. La SCUOLA 2.0 è un luogo dove trovano posto una serie di strumentazioni: LIM, connessione ad internet, personal computer, tablet, smartphone e altri dispositivi. La CL@SSE 2.0 è il luogo dove è possibile modificare l’ambiente di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana. Il PENSIERO COMPUTAZIONALE a scuola, in qualsiasi scuola e in qualsiasi classe, con la Terza annualità dell’iniziativa “Programma il Futuro” del MIUR, è l’opportunità per insegnare in maniera semplice ed efficace le basi dell’informatica, fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell'informatica.
E l’IPSASR si organizza sui due fronti della formazione e della pratica, con un seminario formativo rivolto ai docenti di tutte le scuole della Provincia di Potenza e con l’ora del codice da realizzare con gli alunni dell’IPSASR nella settimana dedicata al coding, Europe Code Week, coordinata dal prof Alessandro Bogliolo dell’Università di Urbino.
Il seminario “Introduzione al Pensiero Computazionale, organizzato dall’Animatore Digitale dell’IPSASR “G.Fortunato” Potenza, prof.ssa Carmelina Frammartino, vede come protagonista formatore il prof. GianSalvatore Mecca, Prorettore alla Ricerca dell’Università degli Studi della Basilicata ed è un’occasione importante per coinvolgere più facilmente l’utenza (docenti dalla scuola primaria fino alle scuole secondarie di II grado) sulla programmazione e per aprire un proficuo e professionale confronto con gli esperti dell’Unibas, i professori Mecca e Maria Grazia Russo. Questa, in sintesi è l’introduzione al seminario del Dirigente scolastico dell’IPSASR “G.Fortunato” Potenza, prof. Angelo Mazzatura, e del Dirigente dell’USP, prof.ssa Debora Infante.
Il prof. Mecca, rivolgendosi ad una platea interessata e variegata per ordine di scuola e per area disciplinare (umanistica, scientifica, tecnico-professioanle...), spiega in maniera semplice e coinvolgente le varie forme di programmazione e la possibilità di accesso per tutti ad essa. La programmazione visuale è quella che ripercorre il metodo induttivo; quel metodo che si basa su un procedimento logico che dall’osservazione di un certo numero finito di fatti o eventi o esperienze particolari risale a principi o leggi generali. Metodo che si oppone alla deduzione, il cui procedimento è esattamente opposto: dal principio generale ai casi particolari. Si riesce così a realizzare un processo formativo per situazioni che risultano particolarmente funzionali all’apprendimento di tutti, nessuno escluso! E’ il nuovo processo formativo alla base dell’insegnamento-apprendimento che si adegua ai tempi dell’innovazione tecnologica e ai nativi digitali; quello che funziona già alla scuola primaria con i bambini. Generalmente è complesso insegnare la programmazione; ma la programmazione non è necessariamente informatica. Il processo di scrittura del codice prevede, sinteticamente tre passaggi: la scrittura delle istruzioni, la semantica operazionale, l’output. Per divenire di tutti e coinvolgere, la complessa e ingegneristica semantica operazionale viene bypassata nella programmazione visuale rendendo quest’ultima gamification, addestramento alla programmazione più che pensiero computazionale. Il primo esempio di programmazione visuale nel 1967 è stato LOGO, la metafora del robot. Si è passati a Scratch e nel 2016 a Blockly. Il prof. Mecca fa riferimento anche alla programmazione procedurale e alla programmazione orientata agli oggetti. Chiude la sua presentazione con il progetto di ricerca Diogene-CT dell’Unibas e la videoproiezione di una rivelatrice animazione Diogene, che ricorre alla metafora del braccio meccanico scientemente mosso su un circuito operativo. Dalla discussione aperta viene fuori che il MIUR deve garantire fondi alla ricerca universitaria e alla formazione dei docenti sulla programmazione per ottimizzare ed armonizzare gli interventi e riuscire a coinvolgere gradualmente gli alunni di ogni ordine e grado, “tutti tutti” gli alunni, i talenti e quelli con difficoltà.
La Sede IPSASR di Potenza, scuola inclusiva per ciascuno, nella Europe Code Week coinvolge praticamente gli alunni, e non solo i più motivati!, con le attività di coding proposte dall’animatore digitale, prof.ssa Carmelina Frammartino, e realizzate nelle classi II e III insieme con la prof.ssa Motta Cecilia e la prof.ssa Maria Rosaria Sabina.
In conclusione si puo dire “è un buon inizio”!!!

prof.ssa Maria Rosaria Sabina







L''erbario come aula-laboratorio



pubblicato da
SABINA Maria Rosaria
(AD01 - SOSTEGNO area scientifica) 
24/09/2016 23:11:01

BENVENUTO AUTUNNO, PARTIAMO CON L'ERBARIO!

Preparare l'erbario a scuola è un modo per imparare. Imparare a conoscere il proprio territorio, le sue specie botaniche, la sua ricchezza vegetale. Fare l'erbario è un'attività interdisciplinare adattabile ad ogni età, ad ogni intelligenza, un'occasione di crescita in cui si supera la divisione tra docente e studente e si impara, condividendo gesti, scelte e nozioni, oltre che metodo. Si impara facendo, infatti all'IPASR "G. Fortunato" di Potenza in questo inizio di anno scolastico 2016-17, in questo inizio di autunno. Si sviluppa la manualità e il rapporto reale e pratico con gli elementi naturali e ambientali del territorio, si coglie il concetto di "diversità", si lavora in gruppo e per classi aperte. Gli studenti, in un contesto che favorisce il loro benessere fisico e psicologico, attraverso semplici passeggiate ecologiche, scelte di campioni vegetali, preparazione di un foglio d'erbario, pratiche laboratoriali, apprendono i principi di classificazione e valorizzazione, imparano a leggere in chiave ecologica il proprio territorio, imparano a conoscerlo per prendersene maggiormente cura.
L'attività esperenziale si fonda sulla convinzione che fare un erbario rappresentativo delle specie presenti sul territorio lucano, richiede un impegno costante e capacità progettuali ed esecutive prolungate nel tempo. L'erbario, inteso come aula-laboratorio, serve anche a sollecitare l'interesse e l'attenzione verso le discipline curricolari da parte dei ragazzi e a trasmettere loro come la realtà viene letta ed interpretata attraverso azioni quali osservare, conoscere, descrivere, classificare, etichettare, inserire dati in apposite schede, preparare un essiccato di erbario.
Al fine di favorire lo sviluppo di un "pensiero scientifico" utile a descrivere, argomentare, saper riconoscere e mettere in relazione semi, piante, fiori, frutti, a far porre problemi e formulare ipotesi e soluzioni, senza tralasciare lo sviluppo di un linguaggio specifico, si è partiti con le specie arboree, arbustive ed erbacee presenti nei confini della scuola, nel Parco Mondo, nel Parco Baden Powell, nelle strade della città, e ci si spingerà fino alla raccolta di campioni nei Parchi regionali e nazionali e nei boschi della Basilicata, nei castagneti, nelle faggete, ecc. Dopo aver raccolto le foglie con molteplici colorazioni, per l'erbario e per l'osservazione macro e microscopica in laboratorio, in inverno si passerà ad osservare il portamento degli alberi e ad estrarre i semi dai frutti, mentre in primavera ci si concentrerà sui fiori. I campioni di specie già raccolti sono vari: roverella, acero, ippocastano, noce, robinia, platano, cerro, cipresso, salice, melo, biancospino, cicoria selvatica, finochietto selvatico, ecc.
In data odierna, inoltre, un gruppo di studenti in difficoltà, approfittando del carezzevole calore del sole autunnale, delle variopinte chiome settembrine degli alberi, del piacere di passeggiare sotto alti pini odorosi e resinosi, ha esplorato il quartiere ed ha raccolto tante pigne utili a recuperare semi da piantare nel vivaio forestale che verrà gestito quest'anno dall'Istituzione scolastica a seguito di convenzione del Rappresentante legale d'Istituto, il Dirigente scolastico Angelo Mazzatura, con la Regione Basilicata. Alcune pigne, le più belle, verranno conservate per il Natale.
Attraverso l'uso di molteplici linguaggi (verbale, sensoriale, iconico, fotografico, manipolativo), di tecniche linguistiche diversificate, come la relazione, la scheda e la digitalizzazione tutti verranno coinvolti, nessuno escluso!

Maria Rosaria Sabina




 

<--indietro  1   2   3   4   5   6   7   8  9  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28  avanti--> ]

 

 Amministrazione trasparente

Piano Prevenzione Corruzione

 
 

 ORIENTAMENTO

... in generale
Sede di Lagopesole
Sede di Potenza
Sede di Sant'Arcangelo

 
 

 EVENTI E MANIFESTAZIONI
Seminario di Vitivinicoltura

 
 

 ALBO ON LINE
Albo online
BANDO PER L'AMMISSIONE AI CONVITTI
AVVISO DI DISPONIBILITÀ PER POSTI VACANTI NELL’ORGANICO DELL’AUTONOMIA
Graduatorie d'Istituto
Albo Pretorio
Circolari
Norme disciplinari
Albo Sindacale

 
 

 Sede di Lagopesole
Il convitto
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.

 
 

 Sede di Potenza
Presentazione
Laboratori
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.

 
 

 Sede di Sant'Arcangelo
Il convitto
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.
Sicurezza

 
 

 VARIE
Comitato Tecnico Scientifico
Bacheca
I libri di testo
Modulistica

 
 

 Animatore digitale
Comunicazioni e avvisi

 
 





Privacy        Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0971.411749  fax 0971.27972    C.F.: 80003050764
Codice meccanografico: PZRA010001    Codice Univoco per fatturazione: UFJC7V
email: pzra010001@istruzione.it     email certificata: pzra010001@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area studenti | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano