sito web Istituto Professionale Servizi per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale 'G. Fortunato' - Potenza - Via Torraca n. 13 - 85100 Potenza  - www.ipaafortunatopz.gov.it
foto scorrevoli
  in connessione: 2
  totale visitatori: 1302811

Sono aperte le iscrizioni al corso serale, per info tel. 0971 411749 o pzra010001@istruzione.it     -

sabato  
24 agosto 2019  
 

 HOME

 
 

 INFO GENERALI
Presentazione
La storia
Il Dirigente Scolastico
Il corpo docente
Il personale ATA
Giornale d'istituto
VideoGiornale
Contatti e recapiti

 
 

  PTOF, Regolam d'Istituto, RAV e PdM
Regolamento d'Istituto
PAI
Organo di Garanzia
RAV - Rapp. di Autovalut.
PTOF 2017 2018
Monitoraggio PDM giugno 2018

 
 

 C.T.S.

Comitato Tecnico Scientifico

 
 

 Erasmus+


 
 

 Alternanza Scuola-Lavoro


 
 

 A scuola di Opencoesione

icona

Il progetto
Galleria fotografica
Video

 
 

 AREA DIRIGENTE

 
 

 AREA DOCENTI

 
 

 AREA EDUCATORI

 
 

 AREA ATA

 
 

 AREA STUDENTI

 
 

 AREA GENITORI

 
 

 PON 2014-2020

Potenziamento percosi alternanza scuola-lavoro
INCLUSIONE E LOTTA AL DISAGIO
Laboratori Didattici Professionalizzanti
Orientamento formativo e ri-orientamento
Reti LAN - WLAN
Ambienti digitali

 
 

 FIxO

Curriculum allievi
Opportunità formative

 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





Intervento del Dirigente scolastico, prof. Mazzatura (foto Scelzo)



pubblicato da
SABINA Maria Rosaria
(AD01 - SOSTEGNO area scientifica) 
07/11/2015 23:18:57

AGRICOLTURA SOCIALE

Presenti anche gli alunni della classe II A del’IPASR “G.Fortunato” di Potenza, accompagnati dal prof. agronomo Ciarletta e dalla Funzione strumentale Inclusione, prof.ssa Sabina, al seminario formativo organizzato dal presidente dell’ A.N.D.E., prof.ssa Maria Anna Fanelli, nella Sala Consiliare della Provincia di Potenza sulla multifunzionalità delle donne in agricoltura. Importanti autorità al tavolo dei lavori: Romaniello, Direttore ALSIA, Grippo, Presidente AIAS, Comitino, Presidente Ordine Assistenti Sociali, Margiotta, professore della Facoltà di Agraria UniBAS e Senatore della Repubblica, l’Onorevole Antezza, l’Esperto Pascale, Martinelli, Presidente Regionale CNCA, Ianniello, Responsabile Fattoria Bioagrisalute di Cancellara, Braia, Assessore delle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata e Angelo Mazzatura, il Dirigente scolastico dell’IPASR “G. Fortunato” di Potenza. L’agricoltura sociale si fa valido strumento di riabilitazione e di inclusione per le persone svantaggiate come testimoniato da alcune imprenditrici con le loro esperienze, dure ma vincenti, da tradurre in buone prassi, in “filiere partecipate”. L’agricoltura è, infatti, l’ambito dove maturano le buone pratiche per la riabilitazione futura dei soggetti più svantaggiati, divenendo lo strumento di inclusione sociale che coniuga imprenditorialità agricola e responsabilità solidale. L’agricoltore deve poter contare su una reale “connessione” tra impresa e sociale per offrire servizi alla comunità e, contemporaneamente, evitare l’isolamento di persone svantaggiate; non deve fare l’operatore sociale ma deve lavorare sulla qualità degli accordi per garantire servizi e risultati efficaci. La legge n. 141 del 18 agosto 2015, presentata dall’Onorevole Antezza, pone al centro del testo la tutela della persona e della dignità umana grazie ad una sinergia tra obiettivi economici e responsabilità sociale per accedere ad una nuova rete, per creare, valorizzare l’agricoltura, per renderla attrattiva e per ritornare a fare impresa. Con la legge viene introdotta la definizione di agricoltura sociale, ovvero tutte le attività che prevedono per es. l’inserimento di persone con disabilità e di soggetti svantaggiati in progetti di riabilitazione sociale. Il Dirigente Mazzatura, nel suo intervento, centra l’attenzione sulla realtà scolastica dell’Istituto che dirige, operante nell’agricoltura sociale già da molti anni: scuola professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente ma anche scuola con un alta percentuale di alunni diversamente abili e con bisogni educativi speciali; una scuola aperta, tanto da aver recentemente approvato una convenzione con l’AIAS per la realizzazione di laboratori formativi con disabili adulti oramai usciti dal circuito scolastico. Una scuola, continua il Dirigente, con una bassa utenza femminile ma storicamente riconoscente nei confronti della donna e del suo fondamentale ruolo “multifunzionale” nell’agricoltura, modello per le studentesse di oggi; una scuola che si pone il problema di cosa faranno i sui alunni con disabilità dopo i 21 anni, al termine del personale percorso formativo scolastico. La presentazione dell’Istituto risulta fondamentale e propedeutica ad alcune importanti osservazioni; dopo aver letto ed analizzato la legge n. 141, infatti, il Dirigente Mazzatura non ha “trovato nessun articolato riferito alla scuola”. “Della scuola ci si ricorda solo quando le si devono dare compiti ma ci si dimentica di essa quando occorre fornirgli mezzi e strumenti per operare”, eppure l’IPASR è una scuola per l’agricoltura che ha un’azienda agraria con una propria partita IVA, prepara operatori agricoli e agrotecnici ma ha serie difficoltà a farlo con i mezzi tecnologici e innovativi necessari. Non si può non riconoscere che un valido disegno programmatico, in direzione professionalmente e socialmente innovativa per la scuola, è realizzabile solo con un coordinamento capace di costruire un partenariato sia a carattere istituzionale tra la scuola, la Regione e gli Enti locali sia a livello sociale, con l’attivazione di soggetti del privato sociale e del mondo imprenditoriale operanti sul territorio. Nell’ attuazione del disegno della legge 141, tra Stato ed Enti Locali ci si è dimenticati della scuola e, soprattutto della scuola agraria, una scuola a cui non viene nemmeno permesso di aprire un corso serale capace di ospitare, “formare istituzionalmente” e riabilitare adeguatamente persone svantaggiate, bisognose di riqualificazione attraverso l’agricoltura. La provocazione del Dirigente Mazzatura viene colta e ripresa, riconoscendone la fondatezza, dal Senatore Margiotta e dall’Onorevole Antezza tanto da meritare un futuro peso nei programmi per la multifunzionalità dell'impresa agricola, con particolare riguardo alle pratiche di progettazione integrata e sviluppo di agricoltura sociale, previsti dalla nuova Legge a livello Regionale nell’ambito dei Piani di Sviluppo Rurale. Un saluto a più voci è stato rivolto agli studenti della classe II A sistematisi in galleria, un microcosmo fortemente rappresentativo per la giornata del seminario poiché composto da alunni diversamente abili, alunni con bisogni educativi speciali, alunni che lavorano nell’azienda familiare bisognosa però di innovazione e tecnologia, alunni iscrittisi all’IPASR per averne riconosciute le finalità miranti ad un'agricoltura sostenibile e sociale, bisognosa di partenariati e di “riconoscimenti” come abilmente denunciato dal loro Dirigente scolastico, prof. Angelo Mazzatura.







Viaggio comune: cibo e frontiere



pubblicato da
SABINA Maria Rosaria
(AD01 - SOSTEGNO area scientifica) 
17/10/2015 11:09:34

CIBO E FRONTIERE

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione del 16 OTTOBRE coincide con il 70° anniversario di fondazione dell’Organizzazione delle Nazioni unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO). La Giornata Mondiale dell’Alimentazione nasce con l’obiettivo di far conoscere il territorio rurale e quello agroalimentare, di riflettere sul cibo e sul suo valore partendo dall’esperienza diretta degli agricoltori che ogni giorno la curano e la custodiscono. La FAO nasce con il preciso intento di fornire risposte concrete alla lotta contro la fame e la malnutrizione di tanti popoli della terra, ci invita a riflettere su due tematiche importantissime del nostro Pianeta, abituate a viaggiare insieme, il CIBO e il CLIMA.

Partendo dall’importante ruolo educativo e formativo della scuola, in tale particolare ricorrenza, che impatta direttamente sulla vita dell’umanità e delle sue condizioni di vita e di salute, oltre agli eventi programmati dell’Expo di Milano, l’IPASR “G. Fortunato” di Potenza ha scelto di trovare uno spazio giusto e partecipativo a manifestazioni ad hoc nelle sue più immediate vicinanze. L’attività didattica di questa importante giornata è stata dedicata allo studio e all’approfondimento delle problematiche relative alla sicurezza alimentare e nutrizionale, considerando la tutela e la gestione delle risorse alimentari in funzione di uno sviluppo sostenibile. Ecco che la scelta del Cdc della classe II B della sede di Potenza, tramite le prof.sse Lauria Spolidoro, Paccione e Sabina, ricade, in particolare, sulla partecipazione all’area tematica “CIBO e ALIMENTAZIONE” presentata in uno dei nove padiglioni del “Villaggio della Scienza” organizzato dalla Città della Scienza, per la 29^ edizione con Futuro remoto nella centralissima Piazza del Plebiscito a Napoli, dal 16 al 19 ottobre. Nove in tutto i padiglioni, uno per ogni tematica: Cibo e Alimentazione, Mare, Innovazione viaggio e futuro, Corpo/Mente, Spazio, Terra, Fabbrica, Città, Segni Simboli e Segnali. Questi padiglioni tematici ospitano laboratori interattivi, workshop e dimostrazioni, oggetti e tecnologie, piccole mostre. Ogni isola ha un suo promotore che rende possibile l'evento in quanto marchio d'eccellenza in quel campo. Presenti centri di ricerca, università, associazioni culturali e artistiche, scuole e Istituzioni. Una possibilità per tutti di toccare “con mano” i fenomeni scientifici, vedere all’opera i protagonisti della ricerca e conoscere le nuove sfide e le nuove opportunità che nascono dal progresso della scienza e da quello della tecnologia.

Sotto la guida di esperti e ricercatori, il laboratorio nel padiglione del CIBO e ALIMENTAZIONE ha visto la partecipazione dei ragazzi all’attività di preparazione, creativa e alternativa, dei muffin con la semplice riduzione dei carboidrati e dei grassi, attraverso la diluizione di zucchero in acqua e la sostituzione del burro o margarina con l’ olio extravergine. Per completare adeguatamente l’impasto, infine, sono stati aggiunti principi nutritivi fondamentali in vitamine e omega 3 con carote e gherigli di noce. Alcuni ragazzi hanno partecipato all’iniziativa pensata per il BENESSERE che ha previsto il rilevamento di età, altezza, circonferenza vita e pesata su apposita bilancia, una attività sportiva fino a sei minuti (con il tapirulan) per misurare le kcal bruciate dopo l’esercizio fisico e la successiva registrazione dei dati al Pc, su un programma specifico presentato da ricercatori del corso di laurea in Dietistica e del corso di laurea magistrale in Scienze della Nutrizione Umana dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Successivo inserimento delle informazioni sull’attività fisica settimanale svolta e delle risposte a semplici domande circa la sintonia della propria dieta con quella mediterranea, per ottenere una scheda finale di suggerimenti specifici e personalizzati utili a mangiar meglio e stare in forma. Piccoli interventi anche sulla manifestazione delle allergie alimentari, sui tipi di allergie più frequenti, su come si fa la diagnosi e su come avviare un adeguato trattamento terapeutico sotto la guida di esperti e in totale collaborazione Azienda ospedaliera-famiglia-scuola. Esperienza positiva con il laboratorio sensoriale.

Gli studenti e i visitatori a Piazza del Plebiscito sono stati accolti dal MURO del Villaggio, un’installazione che vuole essere il simbolo delle FRONTIERE, dei confini, ma delle frontiere che è possibile abbattere, dei confini che è possibile superare. Quello di Piazza del Plebiscito è, infatti, un muro al quale, giorno per giorno, saranno sottratti pezzi, a cura di un gruppo di migranti, fino alla sua completa demolizione. Un luogo simbolico e un luogo performativo, dove l’azione dell’uomo carica di senso e di significati nuovi e specifici il luogo stesso.

Molte altre le attrazioni intercettate nella piazza ma "la cosa più importante” è stata la possibilità di incontrare intrattenitori, Esercito, Polizia, Vigili del Fuoco, comunicatori, studiosi e ricercatori che operano su terreni di frontiera: stand, giochi, laboratori scientifici, laboratori mobili, orti organici mobili per condividere la conoscenza sulle tematiche della sostenibilità, dell’ecologia, della corretta alimentazione, dell’agricoltura, della tecnologia, della divulgazione scientifica.




 

<--indietro  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15  16  17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28  avanti--> ]

 

 Amministrazione trasparente

Piano Prevenzione Corruzione

 
 

 ORIENTAMENTO

... in generale
Sede di Lagopesole
Sede di Potenza
Sede di Sant'Arcangelo

 
 

 EVENTI E MANIFESTAZIONI
Seminario di Vitivinicoltura

 
 

 ALBO ON LINE
Albo online
BANDO PER L'AMMISSIONE AI CONVITTI
AVVISO DI DISPONIBILITÀ PER POSTI VACANTI NELL’ORGANICO DELL’AUTONOMIA
Graduatorie d'Istituto
Albo Pretorio
Circolari
Norme disciplinari
Albo Sindacale

 
 

 Sede di Lagopesole
Il convitto
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.

 
 

 Sede di Potenza
Presentazione
Laboratori
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.

 
 

 Sede di Sant'Arcangelo
Il convitto
Circolari e avvisi
Galleria fotografica
U.D.A.
Sicurezza

 
 

 VARIE
Comitato Tecnico Scientifico
Bacheca
I libri di testo
Modulistica

 
 

 Animatore digitale
Comunicazioni e avvisi

 
 





Privacy        Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0971.411749  fax 0971.27972    C.F.: 80003050764
Codice meccanografico: PZRA010001    Codice Univoco per fatturazione: UFJC7V
email: pzra010001@istruzione.it     email certificata: pzra010001@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area studenti | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano